abeo liguria onlus
abeo liguria onlus

Chi Siamo

ABEO Liguria Onlus è una Associazione non profit di genitori di bambini affetti da patologie onco-ematologiche in cura presso l'ospedale G. Gaslini di Genova. Allo scopo di sostenere le famiglie nel cercare di migliorare la qualità del percorso terapeutico, Abeo Liguria si avvale dell'opera di soci volontari.

In risposta ai bisogni registrati presso le famiglie da noi seguite:

  • abbiamo predisposto un punto di accoglienza all'ingresso del reparto di onco-ematologia dove la nostra assistente sociale prende in carico le famiglie che arrivano in Istituto;
  • abbiamo realizzato delle strutture in grado di fornire ospitalità a chi arriva da fuori;
  • sosteniamo il servizio di assistenza domiciliare;
    i nostri volontari sono presenti accanto ai bambini ed alle loro famiglie sia in ospedale che nelle varie unità abitative per offrire loro momenti di svago e il conforto di una presenza;
  • ci occupiamo del sostegno psicologico, in particolare, finanziando la presenza di 2 psicologi di reparto nell'ambito di un progetto di collaborazione con l'Istituto e con altre associazioni;
  • finanziamo in toto un servizio di navetta per il trasporto per e dal day hospital;
  • interveniamo in appoggio alle famiglie dei bimbi in cura con un sostegno economico, coordinandoci con il servizio socio-sanitario dell'Istituto;
  • sosteniamo progetti di ricerca, finanziamo la formazione degli operatori e doniamo attrezzature ed arredi, laddove l'Istituto ce ne segnali la necessità.

ABEO Liguria
ABEO Liguria

Consiglio direttivo

Presidente Simona Traspedini
Vice Presidente Isabella Mangini Primavera
Consiglieri Francesco Massa, Stefania Colonnello, Elisabetta Renda Forte, Cristina Alberti, Renata Antonini
Revisori Matteo Machieraldo, Francesca Fasce, Lorenzo Beverini

Storia

ABEO Liguria nasce nel 1982 ad opera di un gruppo di genitori e di medici e per volontà dell'allora primario di Ematologia e Oncologia Pediatrica del Gaslini Professoressa Luisa Massimo, allo scopo di sostenere le esigenze delle famiglie e dei piccoli ricoverati all'Istituto G. Gaslini, colpiti da leucemie o tumori.
L' ABEO ha cominciato ad operare con pochissime persone, timidamente, imparando a poco a poco come rapportarsi con i piccoli ammalati e le loro famiglie, a capirne le esigenze e a soddisfarle, per quanto possibile.
l'Associazione ha gradualmente preso coscienza del proprio ruolo ed acquisito un'autonoma consapevolezza, individuando delle proprie funzioni specifiche, distinte ma complementari rispetto a quelle dei medici.
La vicinanza alle famiglie, di cui circa l'80% proviene da fuori Genova, ha reso evidente che una delle esigenze primarie da soddisfare è quella del reperimento di un alloggio in cui ricostituire il nucleo familiare nei momenti che si possono trascorrere in regime di non ricovero ma pur sempre in prossimità dell'ospedale per poter eseguire controlli e terapie.
A tal fine nel 1993 vengono acquisiti alcuni appartamenti che, si pensa, possano meglio soddisfare le esigenze di quelle famiglie che per le caratteristiche o lo stato di avanzamento della malattia del figlio abbiano bisogno di un ambiente più protetto e riservato.
Nel 1998 Abeo Liguria inaugura la prima Casa di Accoglienza presso le Suore Passioniste di Quarto, in cui sono stati ricavati 4 appartamenti ed una verandina adibita a sala giochi nel giardino antistante la villetta.
In seguito viene stilato un accordo con la Croce Rossa, in base al quale i volontari Abeo presteranno i propri servizi presso il centro Saturno (casa di accoglienza della Croce Rossa) e verranno riservate ai pazienti onco-ematologici 15 stanze presso la stessa struttura.
Nel 2007 viene inaugurata la struttura di Villa Canepa, articolata in 7 appartamenti ed alcuni spazi comuni per le famiglie.
L'incremento dell'ospitalità Abeo Liguria corrisponde ad una crescita organizzativa e qualitativa dell'associazione, che si impegna a svolgere la propria missione in modo razionale e senza sprechi, senza perdere mai di vista la centralità del bambino e nella consapevolezza di quanto ancora resti da fare.
Nel 2015 grazie ad una generosa donazione Abeo ha inaugurato la nuova Casa dei Capitani Coraggiosi. Nella struttura sono stati realizzati 8 mini alloggi e grandi spazi comuni dove i bambini e le famiglie posso ritrovarsi per condividere momenti di svago.

Back To Top